Pubblicato il: 23/01/2019
Open Access

Pc e device per l'Open Access - Foto tratta dal sito del network cOAlition S

A pochi mesi dal lancio di Plan S, l'iniziativa del network cOAlition S per una piena transizione all'Open Access (OA) dei prodotti della ricerca finanziata attraverso fondi pubblici, il 29 gennaio, Università Statale di Milano e INFN - Istituto Nazionale di Fisica Nucleare si danno appuntamento in via Festa del Perdono 7, per fare il punto su luci e ombre di un piano che ha sin da subito suscitato grande attenzione e dibattito nella comunità scientifica e anche nell'ambito della LERU - League of European Research Universities. Ore 9.45.

Plan S – lanciato il 4 settembre 2018 da cOAlition S – si articola in 10 principi guida con l'obiettivo iniziale di completare la transizione all'OA dei prodotti della ricerca entro il 1° gennaio 2020, come previsto dalla Guida all'Implementazione di Plan S, con cui il network articola e dettaglia la fase di transizione con indicazioni su licenze e diritti d'autore, riviste e piattaforme, repository e contratti di trasformazione.

Oltre al rettore Elio Franzini e al prorettore vicario e prorettore alle strategie e politiche della Ricerca, Maria Pia Abbracchio, partecipano all'incontro Chiara Meroni (direttrice - INFN Sezione di Milano), Stefano Bianco e Laura Patrizii (cOAlition S e INF), Colleen Campbell (OA2020 - Max Planck Gesellschaft), Emilio Clementi (docente di Farmacologia - Università degli Studi di Milano e Editor in Chief, Pharmacological Research – IUPHAR), Fabrizio Andreatta (docente di Algebra - Università degli Studi di Milano) e Michele Casi, membro della Consulta dei dottorandi dell'Università Statale.

Modera Emila Perassi, coordinatrice della Commissione Open Science dell'Università Statale di Milano.

Contatti